27 Gennaio 2022
9.9 C
Genova
HomeDalla RedazioneJohannes Spors tecnologia e innovazione

Johannes Spors tecnologia e innovazione

La 777 Partners ha affidato a Johannes Spors il ruolo di DS e avrà il difficilissimo compito, durante la sessione di mercato invernale, di rivoluzionare la rosa rossoblù sia in entrata che in uscita. In attesa delle sue prime parole da rossoblù vediamo la sua visione innovativa di fare mercato anche utilizzando la tecnologia e siamo andati indietro nel tempo per capire il suo modo di vedere lo scouting con un’intervista del 2014.

Il giorno del suo arrivo a Genova abbiamo parlato del suo modo di lavorare in questo articolo dicendo appunto che Spors si è ispirato a Ralf Rangnick, che in molti considerano il ‘padrino’ del calcio tedesco moderno: oggi spera di ripercorrere le sue orme, sia in panchina che dietro la scrivania, mettendo in pratica gli insegnamenti del suo maestro.

Pur essendo molto giovane ha già avuto esperienze importanti e ottime intuizioni come abbiamo già raccontato qua.

Vitesse Arnhem 19/20 (01/apr/2020) 21/22 (09/dic/2021) 0,00
Amburgo SV 17/18 (01/feb/2018) 19/20 (21/ago/2019) 0,00
RasenBallsport Lipsia 15/16 (01/dic/2015) 17/18 (31/gen/2018) 0,00
TSG 1899 Hoffenheim 13/14 (01/lug/2013) 15/16 (30/nov/2015) 0,00
TSG 1899 Hoffenheim 11/12 (01/lug/2011) 15/16 (30/nov/2015) 0,00
TSG 1899 Hoffenheim II 07/08 (01/lug/2007) 10/11 (30/giu/2011) 0,00

 

Dopo Lipsia e Amburgo la crescita di Johannes Spors è sotto gli occhi di tutta Europa e il suo modo di lavorare affidato oltre che a una fitta rete di scout anche a sistemi tecnologici e innovativi quali TransferRoom soprannominato ” il Tinder del calciomercato “.

Nel 2016 da Jonas Ankersen ha avviato un’intensa ricerca di mercato e ha incontrato i direttori sportivi delle squadre di calcio di tutta Europa per discutere delle loro sfide nel mercato dei trasferimenti creando questa applicazione rivoluzionaria.

Intervista sul sito: https://www.transferroom.com/

Ricordiamo che uno dei più attivi promulgatori di questa applicazione è stato non a caso Monchi del Siviglia (toh! proprio il Siviglia) che usava già ai tempi della Roma.

E’ notizia di oggi che il Genoa è entrato a far parte di questo sistema che permette ai manager di bypassare gli intermediari e avere contatto diretto con i giocatori che mettono a disposizione le società. Ricordiamo che fanno parte di questo circuito più di 600 club al mondo tra cui i più importanti.

Ma leggiamo un’intervista interessante del 2014 di Johannes Spors in cui si intravedeva già una visione di fare scouting in modo innovativo.

Intervista del 2014 ai tempi dell’Hoffenheim

BERLINO, 13 AGOSTO 2014 – 33 anni, responsabile scouting del club di Bundesliga TSG Hoffenheim – Johannes Spors e il suo team stanno lavorando su due temi principali: in primo luogo si occupano di Il sistema di scouting mondiale di Hoffenheim. Inoltre analizzano le partite e gli allenamenti del TSG e dei prossimi avversari.

L’Hoffenheim ha una delle squadre più giovani della Bundesliga tedesca ed è considerato uno dei club leader quando si tratta di trovare giovani talenti.

Bene, cosa rende un buon scout?

Spors: puoi paragonarlo alla mentalità di un cercatore d’oro. Voglio che i nostri scout premano il pulsante della sveglia, non importa a che ora del giorno sia, non importa da quale stadio di calcio nel mondo stiano tornando a casa. Voglio che chiamino e mi dicano: Ehi Johannes, c’è un ragazzo che sta facendo qualcosa di speciale in campo. C’è qualcuno che sarebbe perfetto per noi. Dico loro di essere come un cane da tartufo e di potersi innamorare dello stile di un giocatore. Ovviamente la maggior parte delle volte ti siedi in uno stadio e non hai affatto una sensazione del genere.

Significa che oltre alle capacità di scouting, uno scout ha bisogno di molta passione. Forse potresti chiamarlo un certo tipo di istinto di caccia?

Spors: Queste sono le basi. Ma la cosa più importante è che il candidato si adatti alla nostra filosofia che è chiaramente delineata ed è diversa dagli altri. Preferiamo una partita in cui passiamo velocemente dalla difesa all’attacco dopo aver conquistato la palla: sei-sette secondi dopo dovremmo essere in grado di segnare. Come scout per l’Hoffenheim devi tenerlo a mente. Ci sono molti buoni giocatori in giro ma non tutti sono adatti a noi.

Di che tipo di formazione ha bisogno uno scout ed esiste un programma speciale per tutti gli scout?

Spors: Ognuno di loro deve essere un analista del gioco. Chiamala capacità analitica. Aiuta quando hai analizzato in precedenza le partite per un allenatore. Ciò significa che devi sapere cosa deve fare un difensore in un particolare sistema. Devi essere in grado di vedere se un giocatore ha le capacità per soddisfare le tue esigenze individuali. Ma generalmente al momento non ci sono linee guida reali quando si tratta di formare gli scout. In Germania stiamo per sviluppare un programma di formazione per scout. La formazione in un’università privata inizierà presto. In generale, però, spetta ai club formare i propri osservatori.

Che fasce di età hai tra i tuoi scout?

Spors: È un vantaggio quando hai diversi gruppi di età e personaggi nella tua squadra. Hanno visioni diverse di ciò che sta accadendo. Abbiamo un membro dello staff che ha 63 anni. Ha molta esperienza ed è stato un allenatore giovanile di successo. D’altra parte, i più giovani sono intelligenti quando si tratta di moderni sistemi di supporto, ad esempio le banche dati tecniche. Mi piace la combinazione che abbiamo. Aiuta a raccogliere quanti più frammenti possibili su un giocatore.

Cosa guardi quando visiti un giocatore?

Spors: La sua abilità tecnica che vedo in campo quando gioca. Se è quello che stiamo cercando per te, guarda il suo atteggiamento nei confronti del gioco. Cosa fa prima della partita, dopo e quando è seduto in panchina? Cosa puoi dire del suo carattere? Potresti visitare una sessione di allenamento e cercare di trovare risposte a varie domande: si sta allenando intensamente nei giorni normali quando nessuna partita è dietro l’angolo è una di quelle. Poi si parla di cose fuori dal campo. Cercare di trovare risposte su un giocatore in cui aiuta ad avere prospettive diverse.

Quindi impieghi scout a tempo pieno come te e freelance?

Spors: impieghiamo principalmente scout a tempo pieno. Inoltre abbiamo liberi professionisti che lavorano part-time per noi. Non puoi essere ovunque e devi stare attento con il tuo tempo. Le cose più importanti per un reparto scouting ben funzionante sono una buona struttura in squadra e una precisa distribuzione dei compiti a portata di mano. Questo è l’unico modo per individuare attivamente i giocatori che soddisfano i nostri criteri. Inoltre è essenziale avere una grande rete.

In quale parte del paese o del mondo cerchi talenti?

Spors: sono disponibili diversi sistemi. O hai una rete gigantesca in tutto il mondo o – più come noi – decidi su quali mercati o paesi vuoi guardare e concentrarti. Ad esempio, decidi che il mercato in Asia è interessante in questo momento. Hai tornei come i campionati continentali da coprire. Guardi per esempio il Campionato del Mondo Under 17, la Coppa U-21 in Sudamerica. Puoi anche usare lo scouting televisivo. Nel frattempo ottieni tutti i giochi che vengono giocati in tutto il mondo su video.

Andrea Steganihttps://www.realtagenoana.it/2021/02/05/mio-padre-genoano/
47 anni, grafico web designer. Il Genoa è la mia malattia fin da bambino. Mi ritrovo molto in questa citazione: non amo il calcio, amo il Genoa!

ARTICOLI RELATIVI

Il Nostro Amico Alberto

Il Caffè di Fausto

IL PENSIERO DI FERRA

Il Caffè di Fausto

GLI HIGHLIGHTS DI EDOARDO..

SARÀ COME ANDARE A CACCIA

ALTA INTENSITÀ

CrediAmoci

ALLIBRATORE ROSSOBLU’

Il Pensiero

IL PENSIERO DI FERRA

GOD BLESS(IN) GENOA

La Mattina Dopo

Wilkommen Alex

Il Caffè di Fausto

E ORA SON C***I VOSTRI!!!

ULTIMI ARTICOLI

RADIO ZENA


PALINSESTO ROSSOBLU’

Grifoni On Air – Ore 19.00
Lun, Merc
Genoa 1893 
Ogni volta che gioca il Grifone 45 minuti prima della partita e 15 minuti dopo la fine!

I più letti