17 Gennaio 2022
7.9 C
Genova
Home Dalla Redazione Dentro gente con voglia

Dentro gente con voglia

Ciao a tutti amici.
Mi ritrovo a scrivere solo oggi dopo due giorni dalla partita di domenica sera in quanto mi ci è voluto un po’ per assimilare questa sconfitta che pesa come un macigno. Pesa su tutto e tutti. Pesa sul morale della squadra e pesa sull’umore di tutto il popolo rossoblù. Parlando personalmente mai mi sarei aspettato una prestazione come quella a cui tutti abbiamo assistito.

Non mi addentro sul lato tecnico perché potrei veramente parlare del nulla.
Unico aspetto mi sento solo di dirlo verso l allenatore Shevchenko ma in particolar modo a Tassotti. Non credo sia possibile che in una partita di vitale importanza come quella di domenica si possa presentare un 11 come quello che è stato proposto. Hefti in panchina perché? Fares titolare perché? Badelj ancora titolare perché? Melegoni titolare perché? Portanova in panchina perché? Ma soprattutto se proprio questa doveva essere la formazione perché non apportare modifiche nel primo tempo quando sembrava una partita amichevole tra una squadra medio piccola e una squadra di alta classifica. Non sono io che vengo pagato per allenarli tutta la settimana e soprattutto a prepararli sia tecnicamente che mentalmente.

Comunque dopo questa terribile sconfitta sembra proprio che mister Shevchenko e tutto il suo staff possa essere arrivato al capolinea. Ovvio non mi sento di addossare a loro tutta la colpa di questo scempio perche purtroppo questi sono i giocatori ma alcuni errori sono stati evidenti e se una squadra in 10 partite tira 19 volte in porta segnando solo 3 gol qualcosa che non va c e. E se la rosa qualcuno l aveva valutata che in un girone di andata avrebbe potuto fare massimo 10 punti proprio distante non c era andato (con questo assolutamente non voglio dire che rivorrei lui). In merito a questo possibile cambio alla guida tecnica ( che per quanto mi riguarda dovrebbe e doveva essere fatto già prima della partita di Coppa Italia contro il Milan) sono pienamente d accordo con chi pensa che debba essere preso un allenatore voluto dal direttore sportivo. Un eventuale minestra riscaldata per me sarebbe già fallire in partenza il proprio progetto. Ecco se proprio devo trovare una virgola di errore su quanto fatto dalla nuova proprietà è proprio questo. Come detto più volte dal nostro direttore Luca un direttore sportivo doveva essere scelto prima dell arrivo di un nuovo allenatore. È il DS che sceglie il proprio allenatore per il progetto societario. E qui mi trovo d accordo con quanto affermato da Luca Ferrari dove dice che il feeling tra Spors e Shevchenko è pari a 0.

In conclusione dico che crederci non costa nulla ci sono ancora 51 punti disponibili e in mercato tutto da terminare (per quanto io penso che non ci sia più tanto da fare). Ma a questo punto nonostante la grossa magagna allenatore ci deve essere una grande risposta da parte della società per sistemare questa rosa. E sia chiaro in questa situazione dove ormai non c’è più nulla da perdere non voglio più vedere 352 non voglio più vedere Badelj non voglio più vedere Fares non voglio più vedere sturaro non voglio più vedere Ekuban e chi più ne ha più ne metta… Dentro gente con voglia..dentro gente giovane con bava alla bocca…
E mai dimenticare..Sempre e solo Forza Genoa.

Stefano Damonte
Mi chiamo Stefano Damonte ho 26 anni.. Il Genoa è la mia vita, il Genoa è nel mio cuore.. Le emozioni che mi regala il Grifone non potrebbero essere spiegate a nessun comune mortale.. Sarebbe solo perdita di tempo ❤️💙

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI

REALTÀ GENOANA NEL MONDO

TG Realtà Genoana

UNA DOMENICA QUALUNQUE

TG Realtà Genoana

RADIO ZENA


PALINSESTO ROSSOBLU’

Grifoni On Air – Ore 19.00
Lun, Merc
Genoa 1893 
Ogni volta che gioca il Grifone 45 minuti prima della partita e 15 minuti dopo la fine!

I più letti

REALTÀ GENOANA NEL MONDO

TG Realtà Genoana

UNA DOMENICA QUALUNQUE

TG Realtà Genoana