31 Gennaio 2023
8 C
Genova
HomeDalla RedazioneSENSAZIONI A CALDO ANZI A CALDISSIMO

SENSAZIONI A CALDO ANZI A CALDISSIMO

Il capitolo Blessin è chiuso una volta per tutte, è stato l’esonero più lungo della nostra storia considerando che si è cominciato dopo la partita di Palermo a chiederne il licenziamento, molti tifosi e qualche media hanno  cominciato da li a farsi delle domande sulle sue capacità.

Chi prima chi dopo tutti abbiamo visto i suoi limiti, io dopo, e la sua presunzione nell’ostinarsi a giocare con il suo modulo senza avere l’umiltà di essere camaleontico e provare a cambiare.
Fine era Blessin, ne comincia una non ancora ben definita e ad oggi a noi sconosciuta, tutti speriamo sia quella giusta per arrivare all’unico obbiettivo che abbiamo, tutto sommato la classifica è ancora corta e guardandola verso l’alto nulla è perduto, ma va da se che da ora in avanti non bisogna più sbagliare niente di niente almeno per quanto riguarda le scelte tecniche compresa quella del nuovo allenatore.

Non so chi sarà, ma  deve ovviamente  essere giusta  dal punto del gioco e per recuperare lo spogliatoi sperando che sia ancora recuperabile, aspetti ovvi, ma  fondamentali per arrivare a risultati importanti.
Non sono in grado di giudicare il lavoro di Spors, ma sembra evidente il fatto che ha commesso molti errori, ritengo in ottima fede, ma li ha commessi.
Di solito nella vita e nel lavoro dagli errori si impara sempre qualcosa, certamente anche lui farà ammenda delle sue scelte, almeno lo speriamo tutti, e un bagno di umiltà gli farebbe bene, ma cosa più importante farebbe il bene del Genoa. Vedremo con la scelta del nuovo tecnico se ha capito veramente………
Il modo di gestire l’azienda Genoa Calcio  è diverso dal sistema italiano al quale siamo abituati,  hanno più canali,  per quello sportivo la gestione è in mano al loro uomo di fiducia che è Spors quindi credo sia inutile chiedere la testa del responsabile dell’area tecnica del Network delle squadre di calcio dei 777, a mio parere Spors deve solo capire che ogni paese ha le sue peculiarità quindi deve cercare di adattarsi il prima possibile alle nostre, le risorse non mancano e vanno usate nel miglior modo possibile a seconda del paese nel quale opera.

Tutto sommato qualche errore ci può stare quando si entra in un mondo nuovo, il problema è che è capitato a noi, ma per quanti anni abbiamo sperato in un cambio di società sperando che arrivassero grandi risorse economiche???
Se questo è il prezzo da pagare per arrivare dove ci hanno detto di voler arrivare sopporterò anche questo, nella speranza che siano davvero gli ultimi colpi di delusione e rabbia sentiti nel cuore di ognuno di noi.
Ho smesso 40 anni fa di credere in Babbo Natale, ma di credere in un Genoa diverso non smetterò mai.

Confesso che, forse, se il Genoa fosse diverso da come è non sarebbe così bello essere Genoano, probabilmente mi mancherebbero  le sofferenze e le preoccupazioni  ataviche, ma mi piacerebbe scoprilo prima di finire nel terzo anello di Marassi.

Non è finita e non finirà mai anzi  prima o poi comincerà, ce lo meritiamo tutti vedove e no……….

In bocca al lupo al Gila per lui e soprattutto per noi!

Alessandro Brusatin
Alessandro Brusatin
Alessandro Brusatin, non sono tifoso, sono geneticamente Genoano. Questo e tutto e spiega tutto!

ARTICOLI RELATIVI

Nella mia mente: Spagna.

Il Caffè di Fausto

Stasera telefono a Messi

“CI SERVE ALTRO”

Il Pensiero di Ferra

CHI NON LOTTA HA GIÀ PERSO

Da Grugliasco a Biella

SUDORE

Il Caffè di Fausto

Il Caffè di Fausto

PREPOTENZA

UNA SCONFITTA MENO AMARA

Complotti e Dietrologie

C’ERA UN TEMPO

L’anno che verrà

ULTIMI ARTICOLI

TG Realtà Genoana

TG Realtà Genoana

TG Realtà Genoana

I più letti

TG Realtà Genoana

TG Realtà Genoana

TG Realtà Genoana