15 Aprile 2024
16.8 C
Genova
HomeDalla RedazioneCARO GILA TI SCRIVO

CARO GILA TI SCRIVO

Prendendo spunto dalla canzone di Lucio Dalla nella quale dedicava una sua lettera di fine anno ad un amico vorrei dire due cosine a Gila.

Ciao Gila, L’anno che è arrivato tra un anno se ne va, noi ci stiamo preparando ma questa non è una novità perché in realtà siamo pronti da anni.
Nel calcio il calendario è solare, l’anno comincia e finisce in estate, il tuo sulla panchina del Genoa comincia ufficialmente con l’inizio di un anno di calendario quindi buon anno e buon lavoro in questo ambiente difficile, quasi impossibile.
Si, quasi impossibile per pressioni che arrivano da tutte le direzioni, spalti, giornali, siti e tv locali.
Spero tu abbia la capacità e la forza di non farti trascinare in quel mare nel quale tanti sono annegati prima di riuscire a calare la barca in mare, la lista è lunghissima e tu la conosci bene.
Sei il primo allenatore scelto, dalla nuova società, con la consapevolezza della scelta (Blessin è sembrato più un ripiego dopo il rifiuto di Labbadia) e questo gioca a tuo vantaggio, ma ti espone a molti rischi che tu certamente avrai calcolato, in più ti carica sulle spalle una grande responsabilità. Se e quando arriveranno momenti difficili in molti saranno pronti a metterti sul banco degli imputati, sai Gila qualcuno lo fa di mestiere, aspetta un passo falso per attaccare e giudicare il lavoro dell’allenatore del Genoa, vorrei rassicurarti che non è una questione personale, ma è solo un modo per destabilizzare un ambiente che difficilmente trova stabile serenità accettando i risultati del campo il quale raramente da esiti diversi dai meriti.
Su quel campo, come allenatore, hai fatto vedere quello che vali e quello che sai fare, ma spesso purtroppo non basta, a Genova si vuole di più come se fossimo abituati a palcoscenici internazionali.
Nel mio piccolo penso che la parola INTERIM ti proteggeva da tutto questo, ma sono sicuro che tu non hai bisogno di questo tipo di alibi per non farti trascinare a fondo perché sei persona seria, capace, cazzuta e hai un dono che in questo ambiente pochi hanno, l’umiltà.
Augurandoti ogni bene professionale per noi e per te ti dico : vai Gila suona il tuo violino sotto la Nord, noi siamo pronti a risponderti a suon di tamburi per fare un concerto assordante e rendere l’ambiente a Marassi impossibile per tutti gli avversari.

Alessandro Brusatin
Alessandro Brusatin
Alessandro Brusatin, non sono tifoso, sono geneticamente Genoano. Questo e tutto e spiega tutto!

ARTICOLI RELATIVI

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

LA SCINTILLA

Il caffè di Fausto

ATTIMI

Svarioni di Michele Bitossi

Il Caffè di Fausto

Il Caffè di Fausto

“AL CAMPO”

Il Caffè di Fausto

IL RECORD

Il Caffè di Fausto

Il Caffè di Fausto

ULTIMI ARTICOLI

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

DOLCEAMARODOLCE

I più letti

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

DOLCEAMARODOLCE