25 Ottobre 2021
12.9 C
Genova
Home Calciomercato Benvenuto Nikola Maksimovic

Benvenuto Nikola Maksimovic

Finalmente dopo un lungo corteggiamento il Genoa mette a segno un colpo molto importante per sistemare il reparto difensivo: il nazionale serbo Nikola Maksimovic che si legherà ai rossoblù con un contratto quadriennale da 1,5 milioni a stagione.

Difensore centrale, eccelle nel gioco aereo e nella marcatura ad uomo. Nonostante la notevole altezza (1 metro e novantatré centimetri), è abbastanza rapido e può essere utilizzato anche nel ruolo di terzino, generalmente a destra. Abile a difendere l’area di rigore nella azioni di calci d’angolo, specialmente sulle palle alte, non è altrettanto prolifico nelle analoghe azioni di attacco della propria squadra, dimostrando scarsa confidenza con il goal. Per le sue caratteristiche, ben si presta a consentire alla propria squadra un cambio dell’organizzazione difensiva, con passaggio da una difesa a quattro ad una difesa a tre, talvolta necessario nel corso di una medesima partita.

Nel 2013 arriva in italia nel Torino e nel corso della stagione si conquista il posto da titolare da difensore centrale prima ed esterno destro di centrocampo dopo.

Veste la maglia del Torino per tre stagioni, collezionando 76 presenze tra campionato e coppe.

Nel 2016 il Napoli, dopo vari tentativi, riesce a portarlo sotto il Vesuvio per una cifra intorno ai 25 milioni di euro.
Purtroppo a Napoli dopo un anno e mezzo passato ai margini della rosa, a gennaio 2018 si trasferisce in prestito allo Spartak Mosca fino a fine stagione.

Nel 2018 e nel 2019 finalmente a Napoli con la partenza di Sarri viene schierato con continuità e offre buone prestazioni nonostante qualche problema fisico.

 

Vi riportiamo una bella intervista che il ragazzo ha rilasciato durante il prestito a Mosca:

GLI INIZI DI NIKOLA

I tifosi di Stella Rossa Belgrado e Spartak Mosca hanno una simpatia tra loro, avrai sentito parlare del club quando eri più giovane…

“Assolutamente sì, so molto della loro storia. Dopo la guerra, in Serbia era difficile seguire le partite del campionato russo ma il mio agente mi ha parlato molto di questo club leggendario: visitò l’Unione Sovietica, perciò sapeva molte cose. All’incontro con Sergei Rodionov, peraltro, si ricordava quanto il dirigente fosse stato un ottimo calciatore”

Ragazzo nato negli anni ’90 in una piccola città serba, è stato difficile aver avuto successo nel calcio?

“Se diamo uno sguardo alla storia del calcio serbo, tanti calciatori sono nati e cresciuti in piccole città come Vidic e anche Matic. La cosa importante è amare il proprio lavoro, ho iniziato a giocare a sei anni e mi piaceva molto. Anche se i miei genitori, a causa dei brutti voti a scuola, mi vietavano di andare a giocare, avrei aperto la finestra e sarei uscito da lì. Per me era soltanto un gioco”

I tuoi genitori non approvavano?

“No, più che altro non mi supportavano seriamente. Per loro al primo posto c’erano gli studi, mentre io ho scelto lo sport di mio. Detto questo, da piccolo ho giocato anche a pallavolo e basket: a casa papà appese un canestro e la sera, dopo aver giocato a pallone, tiravo tante volte e ciò mi ha portato a saltare più in alto”

La tua altezza aiuta..

“Sono sempre stato alto, ho preso dalla famiglia di mamma. Da lei sono tutti alti, anche se sotto i due metri. E’ interessante il fatto che abbia avuto dei vantaggi soltanto quando sono arrivato in Italia. In Serbia sono quasi tutti alti”

Paragoni con Vidic?

“Siamo uniti dal fatto che abbiamo iniziato a giocare a calcio nella stessa città. E poi, come lui, ho difeso i colori della Stella Rossa. Però un paragone non posso farlo, lui ha avuto una lunga ed eccellente carriera. Certo, i tifosi fanno paragoni e va bene, ma tra noi abbiamo anche caratteristiche diverse: a me è capitato anche di giocare a centrocampo”

ARTICOLI RELATIVI

PROBABILE FORMAZIONE

VERSO GENOA SASSUOLO

Qui Salerno

Convocati Genoa

Le pagelle di Cagliari Genoa

Benvenuto Mohamed Fares

Benvenuto Abdoulaye Touré

Possibile cambio modulo?

LA MIA SU LAMMERS

Telenovela Lammers

Mustafi e dintorni

Nabil Bentaleb

Adrian Semper

Focus su Mustafi

Mercato Genoa

ULTIMI ARTICOLI

RADIO ZENA


PALINSESTO ROSSOBLU’

Grifoni On Air – Ore 19.00
Lun, Merc, Ven
Genoa 1893 
Ogni volta che gioca il Grifone 45 minuti prima e dopo la partita!

I più letti