30 Maggio 2024
20.8 C
Genova
HomeDalla RedazioneCrediamoci e stiamogli vicino!

Crediamoci e stiamogli vicino!

La situazione della classifica del Genoa non è bella è sotto gli occhi di tutti. In tutta onestà anch’io mi sarei aspettato di arrivare alla partita con lo Spezia con in campo almeno 3 o 4  elementi in più (forse con 2 punti in meno) ma purtroppo il mercato non è facile, il Genoa non è appetibile nonostante abbia alle spalle un gruppo solido e ambizioso ma la classifica non aiuta certo i giocatori a trasferirsi a Genova per lottare per una salvezza molto difficile. La sfiga che ovviamente ci accompagna sempre a prescindere da chi abbiamo al comando fa infortunare un giocatore che blocca i nostri obiettivi.

Ad oggi la società al 4° giorno di Mercato ha fatto 3 acquisti a titolo definitivo con 11.5 milioni di euro cash investiti. La società è al lavoro per altri rinforzi.

Anche Piatek per esempio crediamo che la società ci abbia provato veramente ma il giocatore logicamente quando ha avuto la possibilità di scegliere Firenze ha optato per una società che dopo tre anni ha finalmente trovato il bandolo della matassa e sta crescendo in modo esponenziale.

Ecco guardiamo Commisso con la Fiorentina, presidente facoltoso, ambizioso e con voglia di portare la Fiorentina ad alti livelli. Per motivi personali sono molto vicino a Firenze e non vi nascondo che anche in Toscana durante i primi anni i mugugni e le critiche non sono mancate e aggiungo anche giustamente. La Fiorentina è andata molto vicino alla retrocessione e la nuova società ha commesso anche degli errori, forse dovuti anche all’inesperienza.

Oggi la Fiorentina sembra essere uscita da quel loop di negatività e insuccessi e si sta affermando tra le migliori società italiane, testimone è un mercato di gennaio di primissimo livello.

Non voglio convincere noi genoani ad abbandonare il tanto amato mugugno (io sono un grande esponente del mugugno pessimistico genovese) ma chiedo soltanto un po’ di equilibrio, la 777 ad oggi, come ho già scritto, ha comprato una società totalmente allo sbando, coperto i debiti, portato denaro fresco nelle casse in modo da sbloccare il mercato di gennaio (altrimenti lo avremmo avuto bloccato), pagato i puffi con i procuratori e cercato di allestire una struttura societaria di primo livello.

La salvezza purtroppo non è garantita e nessuno ci assicura che non verranno fatti errori, mi chiedo però perché non si possa dare credito almeno a medio termine a questa nuova realtà.

Leggo in giro che con il loro predecessore non si sarebbe comunque retrocessi, beh ad oggi la squadra che sta giocando oggi è quella fatta dal predecessore e sempre con lui ad oggi avremmo il mercato bloccato per l’indice di liquidità che è il rapporto fra attività e passività correnti. Poi negli anni precedenti è sempre stata una salvezza al cardiopalma, con calendario in mano e incroci salvezza favorevoli, per non parlare della traversa dell’Empoli con l’Inter.

Il Genoa è in serie A dal 2007 ma il declino della squadra a livello di risultati negli ultimi 5 o 6 anni è stato incredibile, ormai il tracollo era dietro l’angolo e non credo che si sarebbe limitato solo ad una retrocessione. Preziosi si era ormai reso conto che la situazione stava diventando irreversibile e bisogna dargli l’unico merito di averci lasciato in mano ad una holding ambiziosa e con grandi possibilità.

Ecco oggi vorrei solo che potessero lavorare tranquillamente per qualche anno senza drammi in caso di fallimenti, mugugnando ma senza inutili isterismi, come dice giustamente il nostro Luca Calzetta: “questo è l’ultimo treno” cerchiamo di non scendere alla prima fermata.

Rimaniamo uniti, sosteniamo la squadra e la società che sta dimostrando di volerci provare!

Forza Genoa!

 

Andrea Stegani
Andrea Steganihttps://www.realtagenoana.it/2021/02/05/mio-padre-genoano/
47 anni, grafico web designer. Il Genoa è la mia malattia fin da bambino. Mi ritrovo molto in questa citazione: non amo il calcio, amo il Genoa!

ARTICOLI RELATIVI

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

LA SCINTILLA

Il caffè di Fausto

ATTIMI

Svarioni di Michele Bitossi

Il Caffè di Fausto

Il Caffè di Fausto

“AL CAMPO”

Il Caffè di Fausto

IL RECORD

Il Caffè di Fausto

Il Caffè di Fausto

ULTIMI ARTICOLI

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

DOLCEAMARODOLCE

I più letti

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

DOLCEAMARODOLCE