08 Giugno 2024
23 C
Genova

Il sogno

Un anno fa sognavo. Sognavo di recuperare le forze e che la società superasse il dissesto finanziario, con buchi che avremmo scoperto solo dopo, come il paracadute trasformato magicamente in un debito vs le banche.
Sognavo un anno trionfale in serie B con promozione ad aprile.
Sognavo pure che gli altri trovassero qualche difficoltà in campionato.
Ma il sogno come talora accade è andato oltre.
La nostra rinascita.
Una società che ha una visione ultramoderna e paneuropea e addirittura mondiale.
Organizzata che cerca un calcio sostenibile e si attrezza con algoritmi e pianificazione.
Una tifoseria pazzesca solo limitata da disponibilità di posti nelle trasferte, ricambi generazionali con figli più tifosi dei genitori. Incredibile.
Un nuovo mister preso dopo terribili mal di pancia, in cui la società ha deciso in conclave compatta e non un solo uomo al comando.
Un gruppo che sotto la guida di un illuminato e premiato mister Gila ha cominciato a macinare risultati con tutte le sfighe sulla fascia sinistra.
E intanto matura lo swap, u cangin. C’è chi sale e chi scende.
Che anno. Il sogno va oltre.
Entra Mimmo e con un problema fisico.
Mancano una manciata di secondi.
Rigore, sì. Rigore sotto la Nord.
Mimmo all’addio dal calcio giocato.
Breve rincorsa e goooool.
Grazie Mimmo, grazie Genoa.
Giulio e Giamba
Giulio e Giambahttps://genoa.music.blog/
Giulio e Giamba due ex ragazzi innamorati di Genoa da sempre. Dai nostri Nonni e dai nostri Padri che per mano ci portavano Ä u Campo, che ci raccontavano storie rossoblu, che ci hanno trasmesso l’amore per il Vecchio Balordo. Ci siamo conosciuti al lavoro, uno Cliente l’altro Fornitore, ma già dopo 15 minuti stavamo parlando di Genoa e oggi circa 30 anni dopo non esiste ancora telefonata o incontro che non inizi parlando di Genoa, succede sempre e i nostri colleghi che non hanno la fortuna di essere Genoani come noi ci lasciano soli e vanno a prendere il caffè. La prima bandiera? quadrata a scacchi rosso blu, l’emozione più forte? a Liverpool con la doppietta di Pato, la gioia più grande? il Principe che saluta con il tre sotto quelli la, il ricordo indelebile? il Capitano che esce dagli spogliatoi e corre sotto la Nord.

ARTICOLI RELATIVI

ULTIMI ARTICOLI

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

DOLCEAMARODOLCE

I più letti

MAL DI TESTA

CIAK SI GIRA

DOLCEAMARODOLCE